cappelli sposaNon lo vieta neanche il galateo, tra gli accessori per dare risalto a un abito da sposa c’e’ il cappello. Inizialmente riservato solo alle seconde nozze, il cappellino e’ diventato una moda sempre piu’ diffusa, adatta sia al rito civile che alle prime nozze.

Ma se il galateo acconsente, ci pensa la moda a imporre le regole per scegliere e indossare il cappello da sposa piu’ adatto all’abito e alla propria personalita’. E ci pensano gli atelier da sposa ad aiutarvi nella scelta, con attenzione a ogni dettaglio.

Innanzitutto il cappello deve abbinarsi all’abito da sposa secondo lo stile, il tessuto e il colore. Se l’abito ha un taglio romantico o molto rifinito, ad esempio, il cappello da sposa e’ sconsigliato perche’ risulterebbe eccentrico.

Con un abito da sposa piu’ semplice, invece, il cappello e’ sicuramente l’accessorio che puo’ arricchire il risultato in modo chic ed elegante.

Inoltre per il cappello da sposa la scelta del modello e’ condizionata anche dallo stile della cerimonia e la foggia cambiera’ per un matrimonio di rito civile o religioso, piuttosto che per una funzione celebrata di mattina o di sera.

Il cappello classico o veletta, ad esempio, e’ adatto alla mattina per ripararsi dal sole con fascino e bon ton stile anni ’20. Per il rito civile o le cerimonie serali non si puo’ che pensare al fashinator, un microcappellino fissato sul capo e leggermente spostato sulla fronte per garantire fascino ed eleganza velati di malizia.

Per le spose che preferiscono un allure trendy ma garbata, sono consigliati invece il cerchietto o la fascia per un’acconciatura radical chic.

Ma il cappello da sposa e’ un accessorio che offre un’infinità di forme e modelli tutti da personalizzare: a cuffietta, con veletta o a tesa larga e poi tulle, seta o raso, solo per fare qualche esempio.

Percio’, per non rischiare cadute di stile nella scelta di un accessorio, rivolgetevi al personale attento degli atelier da sposa, come Protagonisti, per scegliere il cappello che fa per voi!